Istanza di Sospensione Giudiziale
lunedì 24 novembre 2014

 

Ridurre
Ridurre
Focus

Istanza di Sospensione Giudiziale

Posted @ 08/11/2014    By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti
Posted in [ SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO, Contenzioso Tributario, ISTANZA SOSPENSIONE GIUDIZIALE ] | 0 Comments

Istanza di Sospensione Giudiziale

Ai sensi dell’articolo 47 del D.LGS nr. 546 del 1992, il ricorrente può chiedere la sospensione dell’esecuzione dell’atto impugnato a condizione che questa possa procurargli un danno grave ed irreparabile.

L’istanza di sospensione giudiziale dell’esecutività dell’atto (o degli atti) impugnato può essere proposta solo alla Commissione Tributaria Provinciale (ex primo grado).

Motivazione

L’istanza deve essere motivata e deve emergere in modo chiaro ed ineluttabile il danno ingiusto ed irreparabile che il contribuente subirebbe dalla esecutività dell’atto impugnato. Il “fumus boni iuris”, inteso come parvenza del buon diritto che legittima l’applicazione dell’istituto giuridico della sospensiva giudiziale, richiede la sua esposizione nell’atto e, anche a seguito di cognizione necessariamente sommaria, deve apparire ammissibile e fondato.

N.B.: L’esecuzione dell’atto impugnato può essere sospesa solo se all’istante ne derivi un danno grave e non più riparabile, anche in presenza di una futura possibile decisione a lui favorevole.

Pertanto, la motivazione è alla base della decisione di accoglimento o diniego che si fonda su una decisione nel merito.

Presentazione

Può essere:

a)     inserita nel ricorso;

b)    in via autonoma, depositandola in segreteria o attraverso notifica propria delle regola procedurali sulla costituzione in giudizio.

 

Decisione

La decisione di accogliere (anche parzialmente) o rigettare l’istanza giudiziale deve essere presa entro 180 giorni dalla data di presentazione della stessa.

La decisione è inoppugnabile ma può essere revocata o modificata.

 

ECCEZIONALE UDIENZA

Fermo restando in termini di 180 giorni appena descritti, qualora si verificasse la fattispecie di eccezionale urgenza, il presidente della commissione tributaria adita, con motivazione, può disporre la sospensione dell’atto fino alla data di pronuncia della commissione.

In caso di accoglimento e sospensione della esecutività dell’atto, la trattazione della controversia deve essere fissata entro 90 giorni dalla data della pronuncia.

 

Istanza di Sospensione Giudiziale

Ai sensi dell’articolo 47 del D.LGS nr. 546 del 1992, il ricorrente può chiedere la sospensione dell’esecuzione dell’atto impugnato a condizione che questa possa procurargli un danno grave ed irreparabile.

L’istanza di sospensione giudiziale dell’esecutività dell’atto (o degli atti) impugnato può essere proposta solo alla Commissione Tributaria Provinciale (ex primo grado).

Motivazione

L’istanza deve essere motivata e deve emergere in modo chiaro ed ineluttabile il danno ingiusto ed irreparabile che il contribuente subirebbe dalla esecutività dell’atto impugnato. Il “fumus boni iuris”, inteso come parvenza del buon diritto che legittima l’applicazione dell’istituto giuridico della sospensiva giudiziale, richiede la sua esposizione nell’atto e, anche a seguito di cognizione necessariamente sommaria, deve apparire ammissibile e fondato.

N.B.: L’esecuzione dell’atto impugnato può essere sospesa solo se all’istante ne derivi un danno grave e non più riparabile, anche in presenza di una futura possibile decisione a lui favorevole.

Pertanto, la motivazione è alla base della decisione di accoglimento o diniego che si fonda su una decisione nel merito.

Presentazione

Può essere:

c)     inserita nel ricorso;

d)    in via autonoma, depositandola in segreteria o attraverso notifica propria delle regola procedurali sulla costituzione in giudizio.

 

Decisione

La decisione di accogliere (anche parzialmente) o rigettare l’istanza giudiziale deve essere presa entro 180 giorni dalla data di presentazione della stessa.

La decisione è inoppugnabile ma può essere revocata o modificata.

 

ECCEZIONALE UDIENZA

Fermo restando in termini di 180 giorni appena descritti, qualora si verificasse la fattispecie di eccezionale urgenza, il presidente della commissione tributaria adita, con motivazione, può disporre la sospensione dell’atto fino alla data di pronuncia della commissione.

In caso di accoglimento e sospensione della esecutività dell’atto, la trattazione della controversia deve essere fissata entro 90 giorni dalla data della pronuncia.

Per richiedere:


   Assistenza tributaria in ogni fase del contenzioso (contraddittorio, mediazione, ricorso) 


   presentare una istanza di interpello 


   un checkup Fiscale 


   Parere Tributario


Chiama il numero 800.19.27.52


Printable Version Printable Version Email to a friend Email to a friend
Recommend Recommend
Ridurre
Lascia un commento

Comments (0)

 
Pagina 1 di 1Primo   Precedente   Prossimo   Ultima   

 

Ridurre
Ridurre
Notizie ed aggiornamenti nel contenzioso tributario

Istanza di Sospensione Giudiziale

08/11/2014

Istanza di Sospensione Giudiziale

Ai sensi dell’articolo 47 del D.LGS nr. 546 del 1992, il ricorrente può chiedere la sospensione dell’esecuzione dell’atto impugnato a condizione che questa possa procurargli un danno grave ed irreparabile.

SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO, Contenzioso Tributario, ISTANZA SOSPENSIONE GIUDIZIALE | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Cartella Nulla se l’avviso di accertamento è stato notificato in modo irregolare o omesso

07/11/2014

Cartella Nulla se l’avviso di accertamento è stato notificato in modo irregolare o omesso

Principio ribadito recentemente dalla sesta sezione civile della Corte di Cassazione con l'ordinanza 18651/14 depositata il 3 settembre 2014 l’amministrazione finanziaria "perde" i soldi chiesti con le cartelle di pagamento o con gli avvisi di mora se l'accertamento è stato omesso o è stato notificato in modo irregolare. 

 

Vizi della notifica, Contenzioso Tributario, CARTELLA NULLA SE L’AVVISO DI ACCERTAMENTO È STATO NOTIFICATO IN MODO IRREGOLARE O OMESSO | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Legittima la Cessione di quote srl con contestuale cessione del credito vantato per apporti infruttiferi anche in assenza di esplicita rinuncia

03/10/2014

Legittima la Cessione di quote srl con contestuale cessione del credito vantato per apporti infruttiferi anche in assenza di esplicita rinuncia

In caso di cessione delle quote sociali, congiuntamente al credito del socio per precedenti finanziamenti infruttiferi, non è necessaria la rinuncia al credito, e, conseguentemente, il reddito diverso deve essere calcolato includendo pure l'ammontare del finanziamento infruttifero Inizio modulo (Nel caso di specie, il contribuente aveva sottoscritto quote sociali per 2.500,00 Euro, e effettuato versamenti infruttiferi per 39.142,34 Euro. Aveva ceduto le quote nel 2003 per 75 mila Euro, e dichiarava la differenza tra i redditi diversi. L'ente impositore recuperava a tassazione anche il versamento infruttifero, in quanto nell'atto di cessione non era stata espressamente prevista la sua rinuncia al credito, ma soltanto la cessione).

Contenzioso Tributario, Cessione quote srl | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Abuso del Diritto: compravendita immobiliare simulata in un conferimento

01/04/2014

Abuso del Diritto: compravendita immobiliare simulata in un conferimento

Il conferimento da parte di un socio di un ramo d’azienda costituito da soli beni immobili, gravati da passività, e la successiva cessione della sua quota agli altri due soci della stessa società, deve essere riqualificato quale compravendita di immobili… 

ABUSO DEL DIRITTO, Contenzioso Tributario, compravendita immobiliare simulata in un conferimento | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Interpello: Come presentare istanza di interpello ordinario

26/02/2014

Interpello: Come presentare istanza di interpello ordinario

L'istituto dell'interpello ordinario, inteso come la possibilità di adire il parere dell’Agenzia su una materia dubbia, proponendo una propria interpretazione inerente un caso concreto e personale, è disciplinato dall'articolo 11 della Legge n. 212 del 2000, (cfr Statuto del contribuente).

Contenzioso Tributario, INTERPELLO | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Fermo amministrativo: non consentito sui beni strumentali

11/02/2014

Fermo amministrativo: non consentito sui beni strumentali

Il D.L. 21 giugno 2013, n. 96 (c.d. Decreto del fare) ha stabilito che l’Agente per la  riscossione non può più disporre il fermo amministrativo sui beni del debitore se  questi sono strumentali all’attività d’impresa o professionale.

Misure Cautelari, Contenzioso Tributario, Fermo amministrativo | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

Redditometro (nuovo) e favor rei: si applica  anche per le annualità fino al 2008

28/01/2014

Redditometro (nuovo) e favor rei: si applica anche per le annualità fino al 2008

Il nuovo redditometro, quale norma di natura procedimentale, se più favorevole al contribuente (favor rei), si applica anche per le annualità fino al 2008. La sentenza della CTR Veneto costituisce un ulteriore tassello a favore della “retroattività” del nuovo strumento e della tutela del contribuente.

REDDITOMETRO (NUOVO), Contenzioso Tributario, FAVOR REI E RETROATTIVITA DEL NUOVO REDDITOMETRO | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

New Slot rapporti concessionario, gestore ed esercente per esenzione iva e calcolo del preu

07/01/2014

New Slot rapporti concessionario, gestore ed esercente per esenzione iva e calcolo del preu

Per  la  gestione  degli  apparecchi,  viene  normalmente  prevista   la sottoscrizione di due distinti contratti: il primo tra la concessionaria  ed il gestore, che regola gli impegni assunti dal secondo nella installazione e gestione degli  apparecchi  in  conformità...

Contenzioso Tributario, Giochi e Scommesse Slot Machines | By Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

FAC SIMILE DI RICORSO TRIBUTARIO, DI ISTANZA DI ADESIONE ALLA  MEDIAZIONE E DI ISTANZA DI ADESIONE ALL’AVVISO DI ACCERTAMENTO CON ALLEGATA MEMORIA DIFENSIVA

03/12/2013

FAC SIMILE DI RICORSO TRIBUTARIO, DI ISTANZA DI ADESIONE ALLA MEDIAZIONE E DI ISTANZA DI ADESIONE ALL’AVVISO DI ACCERTAMENTO CON ALLEGATA MEMORIA DIFENSIVA

Attivo  il servizio di assistenza e consulenza fiscale in ogni fase del ricorso tributario sia verso persone fisiche ed aziende che verso altri professionisti in conto lavorazione da terzi (outsourcing).

Contenzioso Tributario, Fac simile ricorso Tributario | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

MEDIAZIONE TRIBUTARIA: FAC SIMILE ISTANZA DI MEDIAZIONE

02/12/2013

MEDIAZIONE TRIBUTARIA: FAC SIMILE ISTANZA DI MEDIAZIONE

Per i contenziosi  tributari  “minori”, ossia quelle liti di importo inferiore ad €. 20.000, dal 1° aprile 2012 il contribuente non può presentare ricorso diretto alla commissione tributaria provinciale (ex primo grado) ma deve attenersi a quanto stabilito per il nuovo istituto della mediazione… 

Contenzioso Tributario, FAC SIMILE ISTANZA DI MEDIAZIONE TRIBUTARIA | By Studio Associato Alessio Ferretti & Partners, Dott. Alessio Ferretti | 0 Comments

 

Ridurre
Ridurre
Contatti & Recapiti
 





Ridurre
Facebook
Ridurre
Le nostre Due Diligence
 
   
   
   
 
 
   
   
 
 
Il Network   |   Fisco e Tributi   |   Fisco e Contenzioso   |   Fisco Sport e Non Profit   |   Fisco ed Agricoltura   |   Fisco Editoria TV    |   e-commerce   |   Dogana   |   Finanza    |   意大利华人
Copyright 2012 - 2050 Network Fiscale S.r.l. a socio unico P.I. & C.F. 12059071006